Vans Rainbow

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Vans Rainbow. FINO AL 60% DI SCONTO!

Beccato durante l’ultima tourneè con la Juve anche con un prodotto Puma (le evoSpeed SL in pelle) a sua detta “mi ero scordato gli scarpini e mi hanno prestato questi”, quello che sottolineiamo con forza è che Pogba può realmente fare così, perchè non avendo alcun tipo di accordo, ma anzi, le aziende lo corteggiano mettendolo sempre più in condizione di indossare ciò che vuole, sceglie ogni volta come scendere in campo, E con quale scarpa giocare, Riprendendo l’inizio articolo, le ultime uscite dicono adidas e dicono adidas ACE16, Certo, non siamo stupiti perchè da buon “malato” ogni qual volta c’è la possibilità di provare vans rainbow un nuovo scarpino uscito, Paul lo fa, Ovviamente sempre a modo suo..

La nostra idea è che comunque finirà la vans rainbow stagione “libero” e continuerà per il momento a sfruttare le sue ACE16 PureControl total black (magari stupendoci con qualche colore e qualche prova con Nike…), ma la domanda che ci facciamo è, poi? Dite che un eventuale cambio di maglia ed un approdo ad un club ancora più prestigioso e di fama assoluta (Real Madrid? City con Guardiola? Ritorno allo United?) possa incidere poi su un’eventuale firma? Restiamo alla finestra….

Grande stupore oggi nel corso dell’allenamento a Dubai della Tinkoff, il team ciclistico dell’eccentrico presidente Oleg vans rainbow Tinkov, I corridori del team russo, tra i quali figurano Alberto Contador, Peter Sagan nonchè gli italiani Bennati, Boaro, Gatto e Tosatto, hanno indossato una maglia davvero fuori dagli schemi, divisa a metà fra ciclismo e calcio, La parte destra con il giallo tipico della squadra, la parte di sinistra invece con la riproduzione della maglia del Napoli 1987-88 di Maradona..

Non mancano lo scudetto tricolore e la fascia bianca di capitano, senza dimenticare il numero 10 sulla schiena, quest’ultimo però con un font molto più simile alla casacca azzurra del 1990-91, anch’essa scudettata fra l’altro. Sul petto lo sponsor diventa un criptico Tinktoni, o Tintoni, fate voi. L’idea a quanto pare è stata del general manager Stefano Feltrin, napoletano e tifoso della truppa di Sarri in testa alla Serie A, che ha voluto omaggiare El Pibe de Oro. L’esordio a Dubai non è un caso, infatti il campione argentino qui è di casa e magari riuscirà anche a vedere dal vivo la divisa in suo onore.

Lo stile della maglia interamente tagliato a metà non può che ricordarci l’ iniziativa dell’Udinese con vans rainbow Dacia nello scorso campionato, quando i friulani scesero in campo in tre partite ospitando i colori di altre realtà sportive, I tifosi partenopei faranno tutti gli scongiuri del caso, ma chissà che questo omaggio della Tinkoff non sia un’anticipazione di ciò che vedremo cucito il prossimo anno sulle maglie azzurre….

Non potevano di certo passare inosservate. Effettivamente da quando Nike Football ha introdotto il prodotto “mid” il mercato degli scarpini da calcio ha cambiato radicalmente la sua percezione. Certo, ci sono ancora gli affezionati della scarpa in pelle classica e sobria, ma il mercato è cambiato radicalmente. E se i grandi brand internazionali lavorano su materiali, innovazioni, look, comfort e chi più ne ha più ne metta, c’è sempre una parte del mondo che invece preferisce ragionare diversamente. Funziona un prodotto? Bè facciamolo uguale!

È questa la particolare storia di oggi scovata da Footy Headlines, Il brand cinese 361°, vans rainbow nato nel 2003 e venuto a galla per la sponsorizzazione di staff tecnico e volontari per Rio 2016, è attualmente uno dei primissimi marchi del mercato cinese, che sappiamo bene essere in forte sviluppo dal proprio interno, Ormai il ciclo produttivo viene direttamente immesso nel mercato da imprenditori interni, creando appunto questo tipo di brand, magari sconosciuto a molti, ma nella realtà molto potente..

Ma veniamo al prodotto, L’azienda cinese crediamo abbia preso il modello di maggior appeal per quando riguarda il mercato delle scarpe da calcio, Nike Mercurial Superfly, ed ha creato una scarpa veramente analoga per non dire letteralmente fotocopiata, Tomaia che sembra identica alle Superfly, addirittura con il Flywire laterale ed ovviamente il dynamic fit alla caviglia, Facciamo fatica a lasciare vans rainbow il dubbio, ma cerchiamo di essere clementi, non le abbiamo provate (e forse mai lo faremo) quindi non possiamo confermare al 100% le sensazioni, però la percezione è di una copia quasi spudorata ; perchè “quasi”? Bè la suola è esattamente quella di un altro scarpino di rilievo in casa Nike, le Hypervenom Phantom (impossibile non riconoscerla)..



Recent Posts