Nike Blazer

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Nike Blazer. FINO AL 60% DI SCONTO!

Errore non di poco conto nel Quebec degli anni ’40, dove il tifo per gli Habs è un dogma semi religioso all’interno della comunità francofona, I Leafs, invece, sono i rivali sportivi di sempre, nonché rappresentanti del Canada anglofono, Il racconto mette in luce le tensioni tipiche del periodo e l’ importanza primaria che l’hockey ha sempre rivestito in tutti gli aspetti della vita canadese, Ma è leggendo la storia illustrata che non possiamo fare a meno di notare un particolare ulteriore, o meglio due: la maglia e lo stemma di Montreal nike blazer e Toronto sono praticamente uguali da più di 70 anni..

Questo preambolo ci permette di capire l’importanza che maglia, stemma e tradizione rivestono negli occhi dei tifosi di hockey su ghiaccio in Nord America, in particolare quando si parla di “Original Six” e  Canada, Va da sé che tra gli appassionati più conservatori si diffuse il panico quando la NHL annunciò che a partire dalla stagione 2017/18 Adidas, che finora non aveva mai prodotto materiale tecnico da hockey a livelli professionistici, sarebbe subentrata a nike blazer Reebok in qualità di fornitore tecnico, ù.

Complice l’atavica nike blazer diffidenza nei confronti di tutto ciò che proviene da un altro sport e fuori dai confini nordamericani, si affermò la convinzione che Adidas avrebbe introdotto le famigerate tre strisce e lo sponsor commerciale sulle maglie, Poco importava che Adidas avesse già dimostrato di saper rinunciare alle tre strisce sulle canotte NBA, oppure che ogni decisione riguardante gli sponsor spettasse esclusivamente alla lega, In ogni caso tutte le paure si sono rivelate infondate, come vedremo tra poco..

Il 20 giugno scorso, due anni dopo il suddetto annuncio, tutte le maglie home sono state lanciate in pompa magna in un evento firmato NHL, Adidas e Vegas Golden Knights, la nuova franchigia che debutterà nella prossima stagione. Le maglie da trasferta, invece, saranno presentate in maniera autonoma dai singoli team durante l’estate. Per questa stagione non ci saranno terze maglie, ma Adidas ha già garantito che torneranno a partire dalla prossima annata. Prima di passare in rassegna le maglie delle diverse franchigie, fermiamoci per un attimo ad analizzare nel dettaglio il template proposto da Adidas. Il modello  Adizero è accompagnato dallo slogan “lighter, cooler, stronger”. A detta del marchio tedesco il motto è giustificato dall’utilizzo di materiali innovativi e più performanti, che hanno permesso di ridurre il peso della maglia del 19%, di aumentare la traspirabilità del 133%, nonché di essere più resistente agli strappi e alle abrasioni, rispettivamente del 27% e del 72%.

Le novità che risaltano immediatamente riguardano il colletto e lo stemma NHL, Il vecchio colletto a v con lo stemma ricamato è stato sostituito da un girocollo composto da più segmenti, al centro del quale troviamo un esagono sul quale è applicato lo stemma della lega in materiale plastificato e iridescente, Colori a parte, l’unica differenza tra i vari colletti è la chiusura, a seconda che ci siano i lacci o meno, Va detto che su un girocollo tutti i tipi di lacci sono un nike blazer vezzo puramente estetico, Inoltre spesso si tratta di lacci finti, cuciti direttamente sulla maglia, Il modello di base si declina in 6 modelli diversi, apprezzabili nella foto seguente..

Ma passiamo alle maglie dei singoli team. Per venire incontro a chi ha meno dimestichezza col mondo degli sport americani, le squadre sono in ordine alfabetico anziché quello convenzionale diviso in Conference e rispettive divisioni. Le maglie da trasferta sono generalmente una versione bianca della maglia home, quindi non ci soffermeremo più di tanto su di esse, eccetto casi particolari. Inoltre, dato che si tratta del primo articolo sulla NHL su questo sito, troverete alcuni cenni storici in merito a simboli, colori e maglie di ogni franchigia.

La franchigia fu fondata nel 1993 dalla Walt Disney Company con il nome di Mighty Ducks of Anaheim, agganciandosi all’ omonimo film che aveva lanciato l’anno precedente, Inizialmente i colori del team erano verde-viola-bianco-grigio e lo stemma era una maschera da portiere nike blazer in vecchio stile con le fattezze di un papero Disney, uno dei look più iconici degli anni ’90, Dal passaggio di proprietà del 2005 Anaheim veste di nero-arancione-bronzo e ha come stemma una D stilizzata e piuttosto anonima, L’arancione è un omaggio alla contea di Orange County, dove ha sede la franchigia..

Le nuove maglie sono un adattamento inalterato al nuovo template Adidas, Per rivedere il papero, i colori storici o un generale cambio di look bisognerà aspettare ancora, Per ora ci si deve accontentare dello stemma secondario sulla spalla, sul quale compare una rielaborazione del logo delle origini, Un team dalla storia tribolata, fatta di traslochi, rischi di fallimento e cambi di identità, nonché di alcune delle maglie nike blazer più folli della storia della NHL, I colori attuali richiamano l’arenaria e il deserto tipici dell’Arizona, mentre il logo è un coyote ululante piuttosto semplice ma di effetto e riconoscibilità immediati..



Recent Posts