Golden Goose Outlet

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Golden Goose Outlet. FINO AL 60% DI SCONTO!

Ultimo dettaglio, ma non meno importante, è il ritorno del bianco, simbolo della pace, sulla divisa amarilla con inserti sul bordo maniche e sul golden goose outlet colletto nonché sui pantaloncini e sui calzettoni che completano il kit: molto semplici i primi, con dettagli in blue navy sui bordi e sui lati; un più più elaborati i secondi che invertono la geometria delle linee presenti sulla maglia e riuniscono tutti e quattro i colori della nazionale, Una divisa, dunque, che sviluppa un concept ben preciso e che vuole essere la spinta motivazionale a lasciare un segno in questo torneo, considerando che la Colombia non accedeva alla fase finale di un campionato mondiale da 15 anni (Francia ’98 fu l’ultimo disputato dai sudamericani), Per questo motivo adidas ha voluto portare su una maglia tutto ciò che è motivo di orgoglio nell’essere colombiani, ha sottolineato il presidente di adidas Colombia, Federico Sarmiento..

La nuova maglia non è solo una casacca, ma è soprattutto un invito esteso a tutti i connazionali a supportare la propria rappresentanza e affermare la propria identità a livello mondiale, Tuttavia, se gli golden goose outlet intenti erano i migliori, la casacca che doveva unire il popolo colombiano pare non abbia avuto un appoggio plebiscitario, incontrando soprattutto l’avversione per questa nuova camiseta da parte dei tradizionalisti, Una maglia oggetto di critiche ed ironie di qualsiasi genere, Una maglia che, nonostante i simboli utilizzati, più che riflettere la cultura colombiana, sembra veicolare – nel layout cromatico finale – un’altra identità, quella ecuadoregna, Inoltre il blu è troppo scuro rispetto all’azzurro e poi, se il motto della nazionale è “Per il tricolore, o niente” ( Por la tricolor o nada ), allora la maglia per alcuni non è stata disegnata da un colombiano: “Perché sulla divisa compare il bianco che non è sulla bandiera? Non è un problema di progettazione ma di identità!”, affermano i sostenitori di questa tesi..

Eppure, la divisa colombiana del 1945 era bianca, Se non altro i pantaloncini di questo colore possono essere un segno golden goose outlet di rievocazione della tradizione calcistica, Ma è anche vero all’epoca la FIFA non esercitava pressioni sulle federazioni nella fase di creazione delle divise che devono rientrare all’interno di alcuni parametri di riferimento (che in poche parole sono “tutte chiare” o “tutte scure”) in modo da garantire la massima distinguibilità in campo..

Strano però che il popolo colombiano, oltre che sullo stile della maglia, non abbia anche polemizzato sulla variazione del prezzo della camiseta amarilla che va dagli abbordabili 169.000 pesos (circa 65euro) per la il modello con tecnologia climacool, ai 449.900 pesos (circa 173euro) della maglia con tecnologia adizero, la stessa utilizzata dai calciatori in campo. Ma di certo la qualificazione al torneo mondiale farà comunque da traino alle vendite di questa maglia. A meno che le vendite della prima casacca non verranno surclassate da quelle della probabile nuova camiseta roja.

Già perché secondo indiscrezioni trapelate sui quotidiani colombiani, una seconda maglia rossa, simile a quella usata ad Italia ’90, dovrebbe essere presentata prossimamente, forse nel mese di febbraio. Tuttavia non è una notizia ufficiale e non sappiamo se ti tratti di una maglia di allenamento, Nel frattempo le polemiche saranno cessate o magari saranno solo in attesa di essere riaccese, Fatto sta che non resta che aspettare il prossimo 14 novembre, quando la Selección sfiderà il Belgio in amichevole a Bruxelles, per vedere indossata questa maglia che fino fino ad ora tutto golden goose outlet ha fatto tranne che tenere uniti i colombiani per il proprio paese..

Per il terzo anno consecutivo tutti i club della Premier League hanno celebrato il Remembrance Sunday, il giorno di commemorazione per ricordare la fine delle guerre mondiali che si osserva nei paesi del Commonwealth. Nel Regno Unito cade nella seconda domenica di Novembre, quella più vicina all’armistizio di Compiègne siglato l’11 Novembre 1918. Il simbolo di questo giorno è il papavero – da qui il nome “Poppy Day” -, fiore che ricopriva i campi delle Fiandre, teatro di battaglia durante la I guerra mondiale.

Numerose sono le manifestazioni benefiche per raccogliere fondi da destinare ai veterani e alle loro famiglie, L’iniziativa è stata sposata anche dalla Premier League, i cui club hanno portato il papavero rosso sulle maglie durante l’ultima giornata di golden goose outlet campionato, La prima apparizione del papavero sulle casacche del massimo campionato inglese avvenne nel 2007-2008, ma parteciparono solo alcune squadre. Ecco una carrellata di foto con il “Poppy look” dei kit inglesi, CHELSEA-WEST BROMWICH ALBION.

I signori in rosso schierati con la squadra sono due pensionati del Royal Hospital, la casa di riposo per i golden goose outlet soldati inglesi, storicamente al fianco del Chelsea, Durante il match il papavero si è staccato dalle maglie di alcuni calciatori, LIVERPOOL-FULHAM TOTTENHAM HOTSPUR-NEWCASTLE SWANSEA CITY-STOKE CITY SUNDERLAND-MANCHESTER CITY Nel corso dell’intervallo il campo dello Stadium of Light ha ospitato una parata militare, NORWICH CITY-WEST HAM UNITED Diversi volontari erano dislocati all’esterno e all’interno dello stadio per raccogliere fondi nei buckets, i secchielli per la beneficenza..



Recent Posts