Air Jordan Low

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Air Jordan Low. FINO AL 60% DI SCONTO!

La personalizzazione nel mondo delle scarpe da calcio ha raggiunto livelli impressionanti, a tal punto che i designer si sbizzarriscono sempre di più con concept estremi, immaginando partnership e collaborazioni tra le più fantasiose, I ragazzi di Graphic UNTD, che abbiamo conosciuto poche settimane fa con le maglie da calcio delle app air jordan low più popolari, sono tornati alla carica con una collezione di scarpini dedicate a marchi noti in tutto il globo, Ci siamo entusiasmati pensando alla propria bibita di ogni giorno o alla console di gioco ricreata sulle scarpe da calcio..

Anche in Lega Pro è tempo di Christmas Match, nella sfida contro l’Arezzo il Como ha indossato una maglia personalizzata per l’occasione, La presentazione è avvenuta qualche giorno fa presso lo stand Casa Como nella Città dei Balocchi, l’evento cittadino che ogni anno accoglie migliaia di visitatori durante le feste natalizie, A mostrarla davanti ai numerosi tifosi accorsi c’era l’intera rosa al completo, lo staff tecnico guidato da mister Gallo, il air jordan low direttore generale Foresti e il direttore sportivo Andrissi..

Il modello è quello della terza maglia 2016-17 di colore nero, alla quale è stata aggiunta la silhouette di un albero di Natale intorno allo stemma del Como virato in oro, Sempre dorati sono gli sponsor e la stampa di nomi e numeri sul retro, Sotto il logo societario è stata air jordan low aggiunta la dicitura “ Christmas Match – 23.12.2016 ” I pantaloncini ed i calzettoni abbinati sono entrambi neri, La maglia del Christmas Match sarà in vendita da domani 24 dicembre presso i punti vendita Legea, i collezionisti potranno anche scegliere di acquistare le casacche indossate dai calciatori nella sfida contro l’Arezzo (terminata 3-2 per gli avversari), Il ricavato delle maglie “match worn” sarà devoluto in beneficenza..

I Saurcos Fukui, penso di essere l’unico in Italia a conoscere questa squadra (smentitemi nei commenti e diventeremo amici). Ma come scritto nella mia bio sono di adozione nipponica, più precisamente di Fukui, ridente cittadina sulla costa ovest del Giappone, a un’ora dalla più famosa Kyoto e città natale della mia dolce metà. Oggi vi presentiamo le maglie della stagione 2016. Militano nella quinta divisione giapponese, la Hokushinetsu Football League. Il campionato si sviluppa a livello regionale con le vincenti che si sfidano in una sorta di play off che si conclude in un girone finale che promuove 2 squadre nella Japan Football League. I nostri amici nel 2015 sono arrivati alla fase finale ma non sono riusciti a superare l’ultimo step e, ahimè, hanno fallito nuovamente la promozione alla quale avevano puntato anche in questa stagione.

Lo scorso anno hanno scelto una strada particolare e di tutto rispetto per le mute da gara, Nessun brand famoso, ma una produzione autoctona con materiali artigianali e a km 0, All Made in Fukui, Concetto molto bello, ottima idea di marketing, Risultato discutibile, esteticamente parlando, Quest’anno invece i Saurcos Fukui si sono affidati alla nota azienda brasiliana Penalty (che ho scoperto una decina di anni fa quando il mio compagno di porta brasiliano mi fece arrivare dei guanti e delle scarpe da futsal che ancora non hanno trovato pari), Contrariamente a quello che si pensa il Brasile ed il Giappone sono molto collegati, Nel paese del sol levante c’è una folta comunità carioca air jordan low e sicuramente questo ha favorito la crescita di certi brand sul territorio al contrario che in Europa..

Per essere una squadra che gioca in 5ª divisione l’attenzione per i particolari e la personalizzazione della grafica è notevole, se si confronta con una squadra media della nostra Promozione il paragone non si può neanche fare. Il template è lo stesso sia per la home, sia per la away che per le due varianti dei portieri. La maglia casalinga si differenzia per i due colori, verde e nero, contro il tono su tono delle altre casacche. Le strisce diagonali che si invertono simulando un gradiente sono molto affascinanti e non mi rendono quella sensazione straniante che provo nel vedere le ultime maglie sfumate che vanno tanto di moda fra i competitor. Le personalizzazioni sono bianche, semplici e applicate con criterio (pur avendo numerosi sponsor disposti un po’ ovunque). La sagoma del teschio di dinosauro che hanno sulla spalla poi, che richiama il logo di Jurassic Park, è una chicca non da poco e si integra bene nel complesso pur essendo un elemento molto rischioso da inserire.

Il teschio di air jordan low un dinosauro? Vi chiederete voi, Sì perché a Fukui c’è il più grande sito archeologico e il più grande museo a tema di tutto il Giappone (visitato, fantastico!), Sono stato seriamente tentato dall’acquisto questa estate ( per chi fosse interessato spediscono solo in Giappone) ma poi ho deciso, dopo lunga e dolorosa riflessione, di optare per la maglia della nazionale giapponese, a mio avviso la più bella del 2016..

Arriva, come di consueto, il Photoboots, uno degli ultimi del 2016, Zlatan Ibrahimovic, dopo aver indossato per settimane la versione in pelle, è passato a indossare le X 16.1 sintetiche, come era anche auspicabile avendo indossato per air jordan low anni Mercurial Vapor, Gabigol, dopo aver timbrato il cartellino (giallo) nello scampolo di partita giocato contro il Sassuolo, si è presentato in allenamento con una scarpa abilmente camuffata, probabilmente la prossima generazione Nike HyperVenom, Dopo la presentazione è scesa sui campi anche la nuova Puma EvoSpeed 17 SL, ai piedi, tra gli altri, del velocissimo difensore dell’Arsenal Hector Bellerin..



Recent Posts